+39 045 8650274
Certificazione del sistema di qualità
Mario Sartori: Studio Notarile Grezzana Verona

Richiesta informazioni

Campi non compilati correttamente.
Grazie! Richiesta inoltrata con successo

Soluzioni per l'agricoltura

Lo studio notarile Sartori è ubicato in un territorio prevalentemente agricolo-montano destinato alla coltivazione della vite e dell'ulivo. Per questo motivo ha maturato una notevole esperienza nella gestione dei trasferimenti di terreni agricoli e montani e delle agevolazioni fiscali nel settore agricolo.

L'impresa agricola, ditta individuale o collettiva, gode di particolari agevolazioni fiscali/tributarie e nei finanziamenti.

Nel settore immobiliare, sotto la voce "acquisto terreni agricoli" è stato trattato l'argomento dell'acquisto dei fondi di questo tipo.

La società agricola semplice, il tipo societario più utilizzato per l'esercizio collettivo delle attività agricole di cui all'art.2135 c.c. e per la conduzione di fondi agricoli, offre notevoli vantaggi sia sul piano fiscale che tributario. In linea di massima la società agricola nella quale socio è almeno un coltivatore diretto è equiparata quanto alle agevolazioni al coltivatore diretto; pertanto ha le stesse agevolazioni che sono state esposte per il coltivatore diretto nell'acquisto di fondi rustici: gode delle agevolazioni della piccola proprietà contadina e della proprietà montana.

Anche la società agricola può assumere la qualifica di imprenditore agricolo professionale (IAP) ai sensi el Decreto Legislativo n.99/2004:

  • nel caso di società di persone, qualora almeno un socio sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale (per la società in accomandita la qualifica si riferisce ai soci accomandatari);
  • nel caso di società cooperativa, qualora almeno un quinto dei soci sia in possesso della qualifica di IAP;
  • nella società di capitali, quando almeno un amministratore sia in possesso della qualifica di IAP.


L'imprenditore agricolo professionale persona fisica, socio di società di persone o amministratore di società di capitali ha l'obbligo dell'iscrizione nella gestione previdenziale ed assistenziale per l'agricoltura.


AGEVOLAZIONI FISCALI


Le agevolazioni fiscali possono essere richieste anche da soggetti privi della qualifica a condizione che abbiano presentato domanda di riconoscimento presso gli uffici regionali dell'agricoltura e siano iscritti nell'apposita gestione INPS: la qualifica definitiva dovrà essere acquistata entro 24 mesi.

La società agricola deve contenere nella denominazione l'indicazione di "società agricola" e deve avere per oggetto esclusivo l'esercizio delle attività agricole di cui all'art. 2135 c.c.

Le agevolazioni si applicano agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni e relative pertinenze, qualificati agricoli in base a strumenti urbanistici vigenti.

Oggetto di trasferimento devono essere terreni qualificati agricoli in base agli strumenti urbanistici vigenti e/o la relativa pertinenza (fabbricati rurali funzionali alla coltivazione del fondo).


DECADENZA DALLE AGEVOLAZIONI FISCALI


Si decade dalle agevolazioni fiscali nel caso:

  • di alienazione del fondo entro i 5 anni dall'acquisto
  • di cessazione della conduzione e/o della coltivazione diretta del fondo entro i 5 anni dall'acquisto.


Non decade dai benefici fiscali: l'acquirente che nei 5 anni dall'acquisto fermo restando la destinazione agricola del fondo alieni il fondo o conceda il godimento a favore del coniuge, di parenti entro il terzo grado o di affini entro i secondo grado che esercitano l'attività di imprenditore agricolo.

Egualmente con risoluzione n.455 del 1 dicembre 2008 l'Agenzia delle Entrate ha stabilito che non incorre nella decadenza il coltivatore diretto che prima dei 5 anni conferisca il fondo acquistato in una società agricola composta dallo stesso coltivatore, dal suo coniuge e dai figli e nella quale lo stesso coltivatore sia socio e amministratore, in quanto con il conferimento si attua una riorganizzazione finalizzata a promuovere lo sviluppo e la modernizzazione dell'attività agricola.


FINANZIAMENTI EUROPEI


La politica di sviluppo rurale dell'UE è finanziata dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR).

A livello regionale sono previste delle agevolazioni per le imprese agricole.

Per informazioni ci si può collegare al sito del Portale Integrato per l'Agricoltura Veneta.

Il P.S.R. (Programma Regionale Veneto) per il 2014-2020 è lo strumento che la Regione Veneto ha previsto per utilizzare le risorse finanziarie messe a disposizione dall'Unione Europea, dallo Stato e dalle Regioni per l'ammodernamento delle zone rurali, per la loro competitività e per la sostenibilità ambientale.

Le risorse vengono messe a disposizione tramite specifici bandi e la presentazione di apposite domande di aiuto.