+39 045 8650274
Certificazione del sistema di qualità
Mario Sartori: Studio Notarile Grezzana Verona

Richiesta informazioni

Campi non compilati correttamente.
Grazie! Richiesta inoltrata con successo

Documentazione per gli atti

Documentazione atti societari, immobiliari e di successione - Notaio Sartori

 

Documenti per la stipula di atti immobiliari

Documenti per la successione

Documenti per atti societari

 


DOCUMENTI PER ATTI IMMOBILIARI

 

Elenco documenti per persone fisiche

  • fotocopia di documento di riconoscimento (fronte e retro) in corso di validità (carta d’identità o patente di guida o passaporto);
  • certificato di residenza (nel caso di documento di identità non aggiornato);
  • estratto per riassunto dell’atto di nascita;
  • fotocopia tessera sanitaria (sostituisce la tessera del codice fiscale);
  • certificato di stato libero o di vedovanza (per celibi/nubili, vedovi, divorziati) in carta semplice;
  • estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (per coniugati anche se separati), rilasciato dal Comune nel quale è stato celebrato il matrimonio o certificato di unione civile rilasciato dal comune ove è registrata l’unione civile;
  • certificato di morte per accettazione di eredità (solo se non sono trascorsi 20 anni dalla data di morte);
  • sentenza/decreto di separazione o divorzio (per separati e divorziati);
  • copia della convenzione di separazione dei beni e/o della convenzione di fondo patrimoniale (per persone unite da matrimonio o da unione civile);
  • copia autentica della procura se registrata, o originale se non registrata (per intervento con procuratore); in caso di procura proveniente dall’estero, se non ricevuta o autenticata da un Consolato Italiano, occorre sia debitamente tradotta e legalizzata o munita di Apostille, salvo esenzione;
  • autorizzazione giudiziale ( in caso di soggetti affetti da incapacità di intendere e di volere);
  • Per i cittadini extra comunitari: originale del permesso di soggiorno, passaporto (per coniugati documentazione tradotta attestante il matrimonio e regime patrimoniale se conosciuto), codice fiscale italiano (se mancante può essere richiesto all’Agenzia delle Entrate);

Elenco documenti per enti e società

  • fotocopia documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del legale rappresentante;
  • codice fiscale / partita IVA;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese o altro ente competente;
  • atto costitutivo o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;
  • verbale della deliberazione del Consiglio di Amministrazione o dell’Assemblea dei soci che autorizzi il legale rappresentante alla stipula dell’atto (se non in possesso dei poteri di straordinaria amministrazione);
  • nel caso di Amministratore Delegato: Verbale di nomina dell’amministratore con indicazione dei poteri allo stesso conferiti o risultanti dalla visura camerale;
  • copia autentica della procura se registrata, o originale se non registrata (per intervento con procuratore); in caso di procura proveniente dall’estero, se non ricevuto o autenticata da un Consolato Italiano, occorre sia debitamente tradotta e legalizzata o munita di Apostille salvo esenzione.

Elenco documenti per fabbricati e terreni

  • titolo di provenienza (copia dell’atto notarile di acquisto, della dichiarazione di successione, eventuale verbale di pubblicazione di testamento e/o accettazione di eredità);
  • prezzo e/o valore da dichiarare in atto;
  • nel caso di plusvalenze immobiliari soggette a tassazione, nell’ipotesi in cui si intenda optare per l’imposta sostitutiva del 20%: specificazione della plusvalenza realizzata, degli elementi necessari per la relativa determinazione (prezzo di acquisto, parcella notarile e documentazione delle spese sostenute per eventuali lavori di costruzione o di ristrutturazione o altre spese incrementative);
  • fotocopie degli assegni non trasferibili e/o bonifici bancari/postali con cui sono stati versati acconti, caparre o saldato il prezzo;
  • dati identificativi dell’agenzia immobiliare: denominazione, partita IVA, sede, codice fiscale, dati del legale rappresentante, REA nonché dati identificativi del mediatore che ha operato con codice fiscale e fotocopie assegni e/o bonifici con i quali sono state pagate le spese di mediazione;
  • copia del contratto preliminare di compravendita, con dati di registrazione, e dei pagamenti delle imposte per acconti o caparre;
  • nel caso in cui l’immobile sia ipotecato, produrre copia dell’atto di mutuo, e/o lettera di assenso della Banca e/o comunicazione per la cancellazione dell’ipoteca;

Per i terreni in particolare:

  • certificato di destinazione urbanistica in bollo rilasciato dall’Ufficio Tecnico del Comune dove sono ubicati i terreni;
  • certificazione della Comunità Montana attestante che il terreno è ubicato in detto comprensorio, nel caso si richiedano agevolazioni Proprietà Montana (in vigore dall’1/1/2017 per gli acquisti a titolo oneroso);
  • visura catastale e mappa dei terreni interessati (se in possesso);
  • eventuale perizia per terreni edificabili da parte di un tecnico per determinazione dei valori e rivalutazione, se effettuata;
  • eventuali soggetti aventi diritti di prelazione agraria (affittuari/confinanti)
  • numero di posizione gestione previdenziale assistenziale I.N.P.S. (CD4), nel caso si richiedano agevolazioni Proprietà Montana o Piccola Proprietà Contadina da coltivatori diretti o soggetti I.A.P. con relativa visura camerale al Registro Imprese e certificazione I.A.P.

Per i fabbricati in particolare:

  • visura catastale dei mappali interessati (se in possesso);
  • pratica catastale con  planimetrie ed elaborato planimetrico (se in possesso) e nominativi dei confinanti;
  • regolamento di condominio ed eventuale tabella millesimale (se in possesso);
  • licenze, concessioni edilizie, permessi di costruire, anche in variante, o in sanatoria, d.i.a.., s.c.ia., c.i.l., c.i.l.a., o altre autorizzazioni se il fabbricato è stato costruito/ ristrutturato dopo il primo settembre 1967;
  • se il fabbricato è stato costruito anteriormente al primo settembre 1967 non si dovrà produrre alcuna documentazione;
  • polizza assicurativa decennale postuma nel caso di vendita da costruttori, oltre alla documentazione sopra indicata
  • certificato di agibilità/abitabilità/attestazione di agibilità;
  • attestato di prestazione energetica (Ape) ai sensi della Legge 19/8/05 n. 192 e successive modificazioni, che va prodotto con firma e timbro del tecnico che lo ha redatto in originale;
  • nel caso in cui venga inviato via Pec dal tecnico che lo ha redatto allo studio notarile, il   notaio effettuerà una copia conforme in bollo, previa verifica dei poteri del tecnico (in tal caso dovranno essere pagate le marche da bollo dal venditore);
  • certificazioni di conformità degli impianti (se in possesso);
  • per usufruire delle agevolazioni “prima casa” l’immobile deve essere situato nel comune in cui l’acquirente abbia o stabilisca entro 18 mesi dall’acquisto la propria residenza o, se diverso, in quello in cui l’acquirente svolge la propria attività oppure, se trasferito all’estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l’attività il soggetto da cui dipende oppure, nel caso in cui l’acquirente sia cittadino italiano emigrato all’estero, che l’immobile sia acquistato come prima casa sul territorio italiano;
  • per usufruire del credito d’imposta in sede di riacquisto di “prima casa” è necessario produrre: copia dell’atto notarile di acquisto della precedente prima casa, e copia dell’atto di rivendita della stessa (il riacquisto deve essere effettuato entro un anno dalla vendita della prima casa); dal 1° gennaio 2016 è stata data la possibilità di vendere la vecchia “prima casa” entro un anno dall’acquisto della nuova “prima casa”;
  • per mantenere le detrazioni fiscali ex. art. 16 bis. T.u.i.r. in capo al venditore è necessaria espressa richiesta in tal senso nell’atto notarile: in mancanza passano al compratore.

     

DOCUMENTI PER LA SUCCESSIONE

 

La successione: documentazione in carta libera art. 5 Tab. all. B DPR 642/72

 

Per il defunto:

  • certificato di morte;
  • carta d’identità o patente di guida da cui risulti l’ultima residenza del defunto: in caso contrario è necessario il certificato di residenza;tessera sanitaria;
  • estratto per riassunto dell’atto di matrimonio se era coniugato (rilasciato dal Comune nel quale è stato celebrato il matrimonio);
  • certificato di vedovanza se era vedovo;
  • certificato di stato libero se era celibe o nubile;
  • stato di famiglia originario in carta semplice o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante le generalità del defunto, degli eredi, il grado di parentela col defunto;
  • paternità (nome del padre del defunto);

Inoltre se il defunto ha fatto testamento:

  • testamento in originale;
  • estratto per riassunto dell’atto di morte;

 

Per gli eredi

  • carta d’identità o patente di guida con residenza aggiornata: in caso contrario è necessario il certificato di residenza;
  • Tessera sanitaria ;
  • eventuale rinuncia all’eredità;

 

Beni immobili

  • titolo di provenienza (compravendite/successioni) eventuali copie di atti di donazione fatti in vita dal defunto a favore degli eredi;
  • fattura spese per funerale, necrologio, tomba, ecc., qualora l’importo della successione ecceda i limiti previsti di franchigia;
  • informare lo studio se si intende usufruire delle agevolazioni prima casa.

 

Fabbricati

  • visure catastali dei mappali interessati (se in possesso);
  • pratica catastale con planimetrie ed elaborato planimetrico (se in possesso);

 

Terreni

  • Certificato di destinazione urbanistica da richiedersi all’Ufficio Tecnico del Comune in cui si trovano i terreni).

 

Beni mobili

Per i defunti deceduti dal 3 ottobre 2006 vanno indicati anche titoli, denaro, azioni, buoni postali o depositi vari, quote di società, aziende.

E’ necessario produrre:

  • dichiarazione della Banca o della Posta dei rapporti bancari e/o rapporti postali alla data del decesso, situazione patrimoniale e bilancio della società alla data della morte (e degli ultimi tre esercizi sociali).
  • nel caso di ditta individuale situazione patrimoniale aggiornata alla data della morte (e degli ultimi tre anni).

Nell’ipotesi in cui il defunto fosse intestatario o cointestatario di cassetta di sicurezza è necessario procedere al suo inventario.

La dichiarazione di successione non va presentata se trattasi di successione in linea retta, a favore del coniuge, avente ad oggetto beni mobili di valore complessivo inferiore ad Euro 100.000,00 e non abbia beni immobili.

 

Informazioni importanti da ricordare:

Se ci sono degli eredi minorenni ed interdetti o incapaci è altresì necessario produrre l’accettazione di eredità con beneficio di inventario e l’inventario.

Se il chiamato all’eredità ha già il possesso dei beni, l’inventario deve essere fatto entro tre mesi dalla morte o dalla notizia dell’eredità e entro 40 giorni il chiamato all’eredità deve fare l’accettazione di eredità con beneficio di inventario.

Nel caso in cui il chiamato all’eredità non sia in possesso dei beni ereditari può fare l’accettazione con beneficio di inventario oltre i tre mesi ed entro tre mesi dall’accettazione deve fare l’inventario.

Decorsi 10 anni dall’apertura della successione, il diritto di accettare è prescritto.

Per l’accettazione con beneficio d’inventario occorre l’autorizzazione con preventivo ricorso al Giudice competente.

Per l’inventario dell’eredità non è necessaria l’autorizzazione del Giudice.

Se la successione sarà seguita da atto immobiliare (compravendita/donazione/divisione/cessione di quota) è necessario produrre tutta la documentazione come per atti immobiliari.

 

 

DOCUMENTI PER ATTI SOCIETARI

 

Intervento in atto di soci persone fisiche (per tutti i soci):

 

  • fotocopia di documento di riconoscimento (fronte e retro) in corso di validità (carta d’identità o patente di guida o passaporto);
  • certificato di residenza (nel caso di documento di identità non aggiornato);
  • estratto per riassunto dell’atto di nascita
  • fotocopia tessera sanitaria (sostituisce la tessera del codice fiscale);
  • certificato di stato libero o di vedovanza (per celibi/nubili, vedovi, divorziati) in carta semplice;
  • estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (per coniugati anche se separati), rilasciato dal Comune nel quale è stato celebrato il matrimonio o certificato di unione civile rilasciato dal comune ove è registrata l’unione civile;
  • sentenza/decreto di separazione o divorzio (per separati e divorziati);
  • copia della convenzione di separazione dei beni e/o della convenzione di fondo patrimoniale (per persone unite da matrimonio o da unione civile);
  • copia autentica della procura se registrata, o originale se non registrata (per intervento con procuratore); in caso di procura proveniente dall’estero, se non ricevuta o autenticata da un Consolato Italiano, occorre sia debitamente tradotta e legalizzata o munita di Apostille, salvo esenzione;
  • – autorizzazione giudiziale ( in caso di soggetti affetti da incapacità di intendere e di volere);
  • per i cittadini extra comunitari: originale del permesso di soggiorno, passaporto (per coniugati documentazione tradotta attestante il matrimonio e regime patrimoniale se conosciuto), codice fiscale italiano (se mancante può essere richiesto all’Agenzia delle Entrate).
  • nel caso in cui manchi il permesso di soggiorno occorre verificare la condizione di reciprocità.

* indirizzo di posta elettronica certificata della costituenda società (dopo l’atto costitutivo) e files per la richiesta della partita IVA (*.INV; *.PDF; *.PDF.P7M).

 

Intervento in atto di soci enti e/o società:

  • fotocopia documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del legale rappresentante;
  • codice fiscale / partita IVA;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal- Registro delle Imprese o altro ente competente;
  • atto costitutivo o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;
  • verbale della deliberazione del Consiglio di Amministrazione o dell’Assemblea dei soci che autorizzi il legale rappresentante alla stipula dell’atto (se non in possesso dei poteri di straordinaria amministrazione);

nel caso di Amministratore Delegato:

  • verbale di nomina dell’amministratore con indicazione dei poteri allo stesso conferiti o risultanti dalla visura camerale;
  • Copia autentica della procura se registrata, o originale se non registrata (per intervento con procuratore); in caso di procura proveniente dall’estero, se non ricevuta o autenticata da un Consolato Italiano, occorre sia debitamente tradotta e legalizzata o munita di Apostille salvo esenzione.

Costituzione di società di capitali (S.p.A. e S.r.l.)

  • Ragione/Denominazione sociale;
  • Sede ed indirizzo della società;
  • Attività sociale;
  • indirizzo PEC;
  • Partita IVA (oppure file attribuzione partita IVA compilato con estensione .inv e .p7m)
  • Durata della società
  • Valore nominale del capitale sociale e sua ripartizione tra i soci (per SRL minimo  da Euro 1 a Euro 10.000,00 – per SPA minimo Euro 120.000,00);
  • assegno circolare intestato alla società costituenda del 25% dell’ammontare del capitale sociale; nel caso di società con un unico socio, l’assegno deve essere dell’intero capitale sociale (per il giorno del rogito);
  • fotocopia dei documenti d’identità (fronte e retro) in corso di validità, degli amministratori e/o sindaci e/o revisore contabile, ove nominati;
  • tessera sanitaria degli amministratori e/o sindaci e/o revisore contabile, ove nominati;
  • estremi decreto di iscrizione all’Albo per sindaci e/o revisori contabili;
  • tipo di amministrazione (Amministratore Unico o Consiglio di Amministrazione o Più Amministratori)

in caso di Consiglio di Amministrazione nominativo di chi farà il Presidente e/o l’eventuale Vice Presidente;

in caso di Più Amministratori comunicare se i poteri vengono conferiti disgiuntamente o congiuntamente;

Se conferimento di beni diverso da denaro:

  • perizia di stima asseverata redatta da esperto iscritto nel Registro dei Revisori Contabili;   in caso di società per azioni il perito deve essere nominato dal Tribunale;

in caso di conferimento di automezzi:

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;

in caso di conferimento di beni immobili: Elenco atti immobiliari

in caso di conferimento di azienda: Di seguito indicato l’elenco di cessione di azienda.

 

Scioglimento con o senza nomina del liquidatore di società di persone:

  • Comunicare eventuale nominativo della persona indicata come liquidatore.

 

Scioglimento con nomina del liquidatore di società di capitali

  • Comunicare nominativo della persona indicata come liquidatore/i e relativi poteri.

 

Cessione o donazione di quote  (S.p.A. – S.r.l.)

In caso di cessione quote tra parenti in linea retta e/o di coniugio o in caso di donazione servono 2 Testimoni:

  • 2 (due) testimoni cittadini italiani che non siano parenti ed affini delle parti comparenti: produrre fotocopia dei documenti d’identità (fronte e retro) in corso di validità.

Dati della società oggetto di cessione – donazione quote:

  • codice fiscale e partita IVA della società;
  • libro soci (se ancora vigente);
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente con indicazione dei soci;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;

Dati relativi alla cessione/donazione quote

  • promemoria dello schema di cessione quote;
  • preliminare di cessione;
  • prezzo di cessione;
  • fotocopia assegni non trasferibili e/o bonifici bancari con cui avviene il pagamento delle quote;
  • in caso di donazione: eventuali precedenti donazioni effettuate dal donante a favore del donatario.
  • in caso di azioni di spa: fotocopia del certificato azionario;

 

Costituzione di società di persone

  • ragione sociale (comprensiva di almeno il cognome e/o il nome di un socio amministratore);
  • sede ed indirizzo sociale;
  • attività sociale;
  • durata della società
  • Indirizzo PEC;
  • partita IVA (oppure file attribuzione partita IVA compilato con estensione .inv e .p7m)
  • capitale sociale e sua ripartizione tra i soci;
  • nominativi degli Amministratori/ Legali Rappresentanti;
  • in caso di società in accomandita semplice: indicazione di chi assume la veste di socio accomandatario e di socio accomandante;
  • tipo di amministrazione (ordinaria disgiunta e/o congiunta, straordinaria congiunta e/o disgiunta)

Se conferimento di beni diverso da denaro

  • perizia di stima asseverata redatta da esperto iscritto nel Registro dei Revisori Contabili (se possibile);

in caso di conferimento di beni mobili registrati (automezzi):

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;
  • valore dell’autoveicolo;

in caso di conferimento di beni immobili: Elenco atti immobiliari.

in caso di conferimento di azienda: Di seguito è indicato l’elenco di cessione d’azienda.

 

Modifica di società di persone

  • codice fiscale e partita IVA della società da modificare;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente e/o ultimo atto modificativo;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;
  • indicazione delle modifiche da apportare ai patti sociali;

se la modifica della società comporta una variazione della ragione sociale e/o un trasferimento sede produrre:

se la società ha automezzi intestati:

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;

se la società ha beni immobili intestati VEDERE ELENCO ATTI IMMOBILIARI

se la modifica della società comporta un aumento di capitale sociale mediante conferimento di denaro:

  • fotocopia assegni e/o bonifici bancari con cui sono state versate le quote di capitale;

se la modifica della società comporta un aumento di capitale sociale mediante conferimento di beni diverso da denaro:

in caso di conferimento di beni mobili registrati produrre:

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;
  • valore dell’autoveicolo;

in caso di conferimento di beni immobili – Elenco atti immobiliari

 

Cessione o donazione di quote e modifica patti

di società di persone

In caso di cessione quote tra parenti in linea retta e/o fra coniugi o in caso di donazione servono 2 Testimoni:

  • 2 (due) testimoni cittadini italiani che non siano parenti ed affini delle parti comparenti: produrre Fotocopia dei documenti d’identità (fronte e retro) in corso di validità:codice fiscale e partita IVA della società da modificare;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;

eventualmente: se immobili in proprietà, visure ipotecarie e catastali degli immobili della società (nel caso in cui, a seguito della cessione/donazione, si modifichi la ragione sociale occorre fare la trascrizione e la voltura degli immobili);

  • indicazione delle modifiche da apportare ai patti sociali:.

 

Affitto di azienda o di ramo d’azienda

Dati dell’azienda o del ramo d’azienda da affittare:

  • atto di acquisto dell’azienda (atto di provenienza);
  • contratto preliminare se esistente;
  • licenze di autorizzazione all’esercizio del commercio;
  • autorizzazione sanitaria all’esercizio del commercio;
  • tutte le altre eventuali licenze/autorizzazioni che sono state rilasciate per l’esercizio dell’attività che viene ceduta;
  • inventario dei beni aziendali;
  • durata del contratto e canone annuale/mensile dell’azienda
  • se il proprietario dell’azienda è anche proprietario dei locali, suddividere gli importi del canone;

Dati eventuali

se vi è impresa familiare:

  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo, fotocopie dei documenti di identità e codice fiscale dei collaboratori (necessario il loro intervento in atto ex art. 230-bis c.c.);
  • elenco dettagliato con valorizzazione e con copia dei titoli abilitativi all’utilizzo se ci sono beni immateriali in proprietà o in licenza;

se ci sono dipendenti:

  • elenco dipendenti;

se nell’azienda sono compresi gli automezzi:

  • carta di circolazione, certificato di proprietà;

in caso di immobili in locazione:

  • se si subentra nel contratto di locazione, copia di quest’ultimo;
  • Attestato di Prestazione Energetica ove dovuto

 

Cessione o conferimento di azienda o di ramo d’azienda

Dati dell’azienda o del ramo d’azienda da cedere:

  • atto di acquisto dell’azienda (atto di provenienza);
  • contratto preliminare se esistente;
  • licenze di autorizzazione all’esercizio del commercio;
  • autorizzazione sanitaria all’esercizio del commercio;
  • tutte le altre eventuali licenze/autorizzazioni che sono state rilasciate per l’esercizio dell’attività che viene ceduta;
  • inventario dei beni aziendali con valore ad esso attribuito;
  • prezzo di cessione dell’azienda suddiviso in (beni, licenze, autorizzazioni da una parte ed avviamento dall’altra)
  • fotocopia assegni e/o bonifici bancari con cui avviene il pagamento;

se vi è impresa familiare:

  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo, fotocopie dei documenti di identità e tessera sanitaria dei collaboratori (necessario il loro intervento in atto finalizzato alla rinunzia alla prelazione ex art. 230-bis c.c.);

Dati eventuali

  • elenco dettagliato con valori con copia dei titoli abilitativi all’utilizzo se ci sono beni immateriali in proprietà o in licenza;
  • elenco dettagliato con valori, scadenze e garanzie di eventuali creditori dell’azienda

se ci sono dipendenti:

  • elenco dipendenti;

se ci sono beni strumentali:

  • elenco cespiti ammortizzabili con relativa valorizzazione;

se ci sono beni merce:

  • elenco delle rimanenze con indicazione del relativo valore e del metodo di valutazione utilizzato;

se ci sono contratti:

  • elenco dettagliato;

se nell’azienda sono compresi automezzi:

  • carta di circolazione, certificato di proprietà, valore dell’autoveicolo;

in caso di immobili in locazione:

  • se si subentra nel contratto di locazione, copia di quest’ultimo;
  • Attestato di Prestazione Energetica ove dovuto

in caso di cessione anche di beni immobili: Elenco atti immobiliari

in caso di cessione di azienda con riserva di proprietà per macchinari:

  • se l’azienda comprende macchinari elenco dettagliato dei macchinari da allegare all’atto (ai fini della trascrizione nei registri di cancelleria del Tribunale ex art. 1524 c.c.)

In caso di donazione di azienda:

  • oltre ai documenti sopra riportati:
  • atti relativi a precedenti donazioni effettuate dal donante a favore del donatario;
  • valori contabili ai fini fiscali (ed eventualmente dell’avviamento ai fini civilistici);
  • inventario dei beni aziendali con relativi valori;

 

Costituzione o modifica di impresa familiare

  • documento d’identità aggiornato, Tessera sanitaria e partita IVA dell’imprenditore;
  • documento d’identità aggiornato e Tessera sanitaria dei familiari collaboratori dell’impresa familiare;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente;

nel caso di modifica di impresa familiare: fotocopia dell’atto di costituzione e/o di modificazione dell’impresa familiare già costituita attualmente in essere;

Parentela:  Indicazione del rapporto di parentela tra il titolare ed i collaboratori.

 

Costituzione di A.T.I.

Copia del bando

  • dati identificativi delle ditte partecipanti all’A.t.i. con indicazione della capogruppo;
  • percentuale di suddivisione delle quote dei lavori;

per le DITTE INDIVIDUALI:

  • fotocopia documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del legale rappresentante e tessera sanitaria;
  • certificato di residenza (nel caso di documento di identità non aggiornato);
  • partita IVA della ditta;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente;

per le SOCIETÀ DI PERSONE:

  • fotocopia documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del legale rappresentante/dei legali rappresentanti e tessera sanitaria;
  • codice fiscale / partita IVA della società;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo dei patti sociali;

per le SOCIETÀ DI CAPITALI:

  • fotocopia documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del legale rappresentante + Tessera sanitaria;
  • codice fiscale / partita IVA della società;
  • visura camerale aggiornata rilasciata dal Registro delle Imprese competente;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo contenente lo statuto vigente;
  • eventuale verbale del Consiglio di Amministrazione o dell’Assemblea dei soci che autorizzi il legale rappresentante alla stipula dell’atto (se non in possesso dei poteri di straordinaria amministrazione);

nel caso di Amministratore Delegato:

  • verbale di nomina dell’amministratore con indicazione dei poteri allo stesso conferiti o risultanti dalla visura camerale;
  • copia autentica della procura se registrata, o originale se non registrata (per intervento con procuratore); in caso di procura proveniente dall’estero, se non ricevuto o autenticata da un Consolato Italiano, occorre sia debitamente tradotta e legalizzata o munita di Apostille, salvo esenzione.

 

Verbale assemblea straordinaria di società di capitali (S.p.A. – S.r.l.)

  • visura camerale aggiornata della società rilasciata dal Registro delle Imprese competente;
  • codice fiscale / partita IVA della società da modificare
  • lettera di convocazione dell’assemblea (se assemblea non totalitaria date delle raccomandate o altra  formalità di convocazione in base alle previsioni statutarie);
  • documentazione sociale da cui risultino i soci attuali ed eventuali deleghe;
  • fotocopia dei documenti d’identità (fronte e retro) in corso di validità di tutti i partecipanti (soci, amministratori soci, liquidatori;
  • fotocopia tessera sanitaria di tutti;
  • atto costitutivo e/o ultimo atto modificativo contenente i patti sociali aggiornati con fotocopia statuto sociale vigente;
  • indicazione delle modifiche da apportare allo statuto;

se la modifica della società comporta una variazione della denominazione e/o un trasferimento sede produrre:

se la società ha automezzi intestati:

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;

se la società ha beni immobili intestati Elenco atti immobiliari

se la modifica statutaria della società comporta un aumento o riduzione di capitale sociale:

  • situazione patrimoniale aggiornata rispetto alla data dell’assemblea (di non oltre 120 giorni);
  • fotocopia assegni e/o bonifici bancari con cui sono state versate le quote di capitale;

se la modifica della società comporta un aumento di capitale sociale mediante conferimento di beni diversi da denaro:

  • perizia di stima asseverata

in caso di società per azioni il perito deve essere nominato dal Tribunale;

in caso di conferimento di automezzi produrre:

  • carta di circolazione;
  • certificato di proprietà;

in caso di conferimento di beni immobili – Elenco atti immobiliari

Se la modifica della società comporta lo scioglimento con nomina del liquidatore:

  • Fotocopia del documento di identità (fronte e retro) in corso di validità del liquidatore;
  • Fotocopia codice fiscale del liquidatore;

 

Per maggiori informazioni, lo Studio notarile Sartori è disponibile a fornire delucidazioni e chiarimenti su quanto sopra esposto e dedicato ai documenti per la stipula di atti societari.

Si prega di visionare la pagina dei contatti.