+39 045 8650274
Certificazione del sistema di qualità
Mario Sartori: Studio Notarile Grezzana Verona

Richiesta informazioni

Campi non compilati correttamente.
Grazie! Richiesta inoltrata con successo

Agevolazioni prima casa: quando ottenerle e quando si perdono

Agevolazioni prima casa: quando ottenerle e quando si perdono

Le condizioni per poter acquistare con le agevolazioni prima casa sono, semplificando, le seguenti:

  • essere residente nel Comune nel quale si acquista l'abitazione prima casa
  • se non si è già residenti occorre trasferire la residenza entro 18 mesi
  • non essere proprietari di altra abitazione nello stesso comune.
  • non essere proprietari di altra abitazione su tutto il territorio nazionale acquistata con le agevolazioni prima casa.


Perdita agevolazioni prima casa: quando accade?

Queste in sintesi le situazioni:

  • quando non si trasferisce la residenza entro 18 mesi nel comune in cui si è acquistata l'abitazione;
  • quando si vende l'abitazione entro il quinquiennio dall'acquisto senza aver acquistato entro un anno altra abitazione;
  • quando non viene ultimata entro i termini di accertamento dell'Ufficio (3 anni) l'abitazione acquistata, in corso di costruzione / ristrutturazione / ultimazione;
  • quando entro un anno dall'acquisto non si venda la precedente prima casa.


Tutte le volte in cui si perdono le agevolazioni richieste in sede di acquisto prima casa, le conseguenze sono che oltre a pagare la differenza di imposta (9%), in luogo del 2% se il trasferimento è tra privati o il 10% in luogo del 4% di IVA se il trasferimento avviene da un soggetto IVA, si devono pagare anche gli interessi e le sanzioni.

Se poi oltre alla compravendita è stato stipulato anche un mutuo per l'acquisto della prima casa si dovrà corrispondere anche il 2% di imposta sostitutiva sul mutuo in luogo dello 0,25%, oltre agli interessi e sanzioni.

Bisogna pertanto fare molta attenzione nell'acquisto della prima casa per evitare poi di perdere le agevolazioni con le conseguenze fiscali sopra descritte.
Il fisco ha tempo tre anni dalla registrazione per accertare che tutte le condizioni sussistano.


Agevolazione Prima Casa: riconoscimenti estesi

Nel tempo i casi di riconoscimento delle agevolazioni sono stati estesi rispetto a quelli originari.
E così, sono state riconosciute le agevolazioni anche sull'acquisto del fabbricato in corso di costruzione/ristrutturazione, o al fabbricato al grezzo, all'acquisto di porzione di fabbricato confinante all'abitazione acquistata con le agevolazioni prima casa purchè poi il contribuente provveda alla loro fusione catastale e altre ancora sussistendo determinate situazioni.

Inoltre anche il cittadino italiano emigrato all'estero iscritto all'AIRE (anagrafe italiani residenti all'estero) può acquistare con le agevolazioni prima casa (ovviamente per lui non vale l'obbligo di trasferire la residenza nel comune in cui si trova l'immobile acquistato).

Ciò che rileva è che nei casi di decadenza delle agevolazioni, oltre al pagamento della differenza di imposta si devono corrispondere anche gli interessi e le sanzioni che sono pari al 30% dell'intera imposta, salvo i costi di riduzione qualora non si impugni il provvedimento del fisco che liquida le nuove imposte dovute in seguito alla perdita delle agevolazioni.